giovedì 16 aprile 2015

::: Scarpe e piedi per le bambole

Stasera ho finito di ricolorare gli stivali per Susie e di modellare e cuocere i piedi per Tiffany.
Gli stivali sono diventati da così

a così

Molto meglio eh?

I piedi di Tiffany, per essere la prima volta che modello dei piedi, non sono venuti niente male. Considerando poi che sono riuscita fa farli in modo che si incastrino nei "piruli" in fondo alle caviglie, senza doverli incollare. Così se per caso si sciupano o si rompono li posso rifare!

Ora devo solo vestirle (e hai detto poco).




::: Nuova vita alle bambole

Qualche giorno fa, per caso (forse su Facebook) mi sono imbattuta nel bellissimo progetto di una signora tasmaniana (tasmaniana si dice?). La signora, di nome Sonia, ricicla le vecchie bambole e dà loro una nuova vita. La cosa bellissima è che ridipinge completamente il loro viso, cambiando ad esempio una Bratz (dall'espressione non proprio simpatica, diciamocelo) in una ragazzina sbarazzina e pronta per mille avventure.
Le immagini valgono più di mille parole, perciò consiglio di andare a vedere il suo sito: Tree Change Dolls, dove ci sono tantissime immagini del prima e del dopo.

Questa cosa mi ha entusiasmato parecchio e mi son voluta cimentare a modificare le bambole in questo modo. Mi son guardata i video su Youtube dove spiega come fa a cancellare le facce e ridipingerle, sono andata a un mercatino di conto vendita e ho cominciato a spulciare gli scaffali in cerca di bambole da riciclare.
Ne ho trovate due: una Bratz e una simile alla Bratz ma non credo sia lo stesso, bho.
In ogni caso, la Bratz aveva pure le scarpe (!!) cosa non da poco, mentre l'altra era senza piedi.

Eccole qua:
Presa dall'entusiasmo mi ero dimenticata di fotografare le bambole prima della "pulizia", ecco perché quella di sinistra è senza un occhio. Ehehe!
Certo che la Bratz ha proprio un'espressione altezzosa... vabbé, è durata poco! 

Dopo aver pulito loro la faccia le ho dipinte, ed ecco qua il risultato:

Meglio, eh? Ancora meglio quando le ho pettinate.

Quella di sinistra, che ho chiamato Tiffany, è la bambola "marca bho?", quella di destra, di nome Susie è la Bratz. Lì per lì, dopo che le avevo dipinte non mi sembravano un granché. Poi mi son messa a pettinarle, ad averne cura e pian piano mi sono abituata ai loro visi e vi dirò, adesso mi sembrano proprio carine!

Tiffany

Susie
Fra prima e dopo è tutta un'altra storia, eh?

Ora, Susie ha le sue scarpe, che le permettono pure di stare in piedi da sola, ma quegli orribili stivali argentati
non si addicevano più al suo viso acqua e sapone, per cui li sto ridipingendo. Sono ancora da finire, poi metterò la foto.

Tiffany invece era senza piedi, poveretta! La signora Sonia fa i piedi alle bambole con una pasta fatta con silicone e amido di mais, ma non avendo il silicone a portata di mano ho provato a farli con lo Sculpey (la pasta polimerica).











Ho mescolato un po' di colori per cercare di riprodurre il colore delle gambe ed ecco il risultato:






































Li ho ancora da finire, vorrei tentare di farle le dita dei piedi.
Ma poi sarà a piedi nudi!, direte voi. Ehe, ho in mente di farle le scarpe di stoffa o simili.Già, perché poi mi dovrò cimentarmi anche a cucire loro i vestiti. Uh, chissà che ne verrà fuori!

Alla prossima!

martedì 10 dicembre 2013

::: Casetta di cartone

L'altro giorno ho fatto una casetta di cartone ai miei gattini, riciclando gli scatoloni che mi arrivano con il materiale, in negozio. Ermes ha apprezzato molto la creazione.


Mi hanno chiesto un tutorial. Proverò a spiegare come ho fatto.

Occorrente:
- 1 scatolone della misura desiderata.
- 1 scatolone dal quale va ricavato il tetto
- colla (io ho usato la uhu)
- trincetto
- lapis
- righello o squadra
- scotch

La cosa un po' più laboriosa è la creazione del tetto. 
Ho fatto delle foto al volo col cellulare per spiegarmi meglio.

Innanzitutto inclinate le alette lunghe, la loro inclinazione determina quella del tetto.

Poi metteteci a contrasto l'aletta più corta:
Con il lapis segnate l'inclinazione delle alette come da figura. Fate questo anche dalla parte opposta. Alla fine sulle due alette corte dovreste avere quattro segni a lapis.
Il mio consiglio è, visto che gestire un grosso scatolone è un po' complicato, inclinare un'aletta, segnare con il lapis da una parte e dalla parte opposta e poi fare la stessa cosa con l'altra aletta.
In questo modo siete sicuri che l'inclinazione segnata sarà la stessa da una parte e dall'altra.

Adesso bisogna incidere leggermente il cartone in modo da non tagliarlo, ma da avere una guida per poterlo piegare.

Prendete il righello e appoggiatelo su una delle linee disegnate:
e, con la parte opposta alla lama del trincetto, incidete la linea:
in modo da ottenere quattro incisioni sulle due alette corte:
Adesso usiamo queste "guide" per piegare il cartone.
Piegate tutte e quattro le alette. Adesso possiamo incollare. Mettete la colla qui:
E attaccateci l'aletta lunga. Se momentaneamente non ci sta, potete fissarla con un po' di scotch.
Eseguite questo procedimento sugli altri lati, fino ad ottenere finalmente buona parte del tetto.
La puntina che si forma nel piegare l'aletta la potete tagliare via con le forbici.
Adesso prendete l'altro scatolone e tagliatelo in modo da ottenere un rettangolo di cartone che copra tutta la parte superiore della scatola e finire così il tetto. Se il cartone è più grande della scatola, tagliate via le parti che non vi servono.
Si bhe, nella foto ho usato un foglio di carta, ma il principio è lo stesso :D
Se piegare il cartone vi risulta difficoltoso usate il solito sistema di incidere il cartone con il trincetto. Incollate il tetto alle alette lunghe e, come prima, se lì per lì non sta fermo, fissatelo con lo scotch. Quando la colla si sarà asciugata potrete toglierlo.

Adesso arriva la parte più divertente!
Una volta che il tetto sarà ben incollato e fermo, disegnate la porticina, le finestrelle e tutto quello che volete ritagliare sulla scatola.
Per tagliarle fate come per le zucche di Halloween: inserite il trincetto in un punto e tagliate.
Alla casetta di Ermes io gli ho fatto la porta e una finestrella laterale.
Voi potete sbizzarrirvi come volete!

Se poi avete dubbi o qualcosa non è chiaro chiedetemi pure!!

Buon divertimento!